• WE ARE VELVET #RETROPOLIS 90
    pubblicato il 22 aprile 2014
    Abbiamo capito che giocare con il cuore in mano ti rende più sincero, più felice, insomma decisamente molto, ma molto più bello. 
    Un po’ come quando andavi a scuola e volevi farti notare da qualcuno che ti piaceva. La sera prima passavi delle mezz’ore davanti allo specchio, se si partiva per una gita diventavano ore, a guardarti, a pensare a questo che non ti piace di te e a quello che sarebbe potuto essere meno evidente, a fare progetti sul ce la posso fare, basta che arrivi quel determinato momento. 
    Poi alla fine, andavi.  Arrivava il giorno dopo e (forse) ti mettevi in gioco… 
     
    Ecco quello che abbiamo capito. Ciò che davvero conta è mettersi in gioco, non il tempo impiegato a sembrare quello che non sei. 
    Vi sembra scontato? Per noi non lo è mai, soprattutto dopo 7 stagioni passate insieme a voi.
     
    Una bella canzone degli anni 90 recitava: “Se sapessi dove andare, non sarei qui”. 
    Bè quella canzone la amiamo e a noi piace pensare che tutti, questo sabato, avevamo deciso dove andare.
    Il Retropolis si fa voler bene, come un fratello minore, come un amico saggio ma non troppo, come uno che sa sempre cosa dire e sceglie quasi sempre il momento giusto per farlo. 
     
    Siamo arrivati come degli schiacciasassi e anche le strade hanno cominciato a cedere. Loro, le strade, non reggono più, ma noi siamo ancora in piedi e carichi come le molle, pronti a finire in bellezza e ricominciare tutto da capo. 
     
    Ma non la facciamo troppo lunga, anche perchè poi le due piste del Velvet erano come in autogestione. 
    Hanno suonato gli Eiffel 65, con un live che profumava di un decennio non molto lontano che ha lasciato comunque un segno indelebile. La formula della Dance, perchè gli anni 90 vivevano anche di questi contrasti, il grunge e la dance a spartirsi i club di tutto il mondo. Un successo dietro l’altro, con una pista stracolma e partecipativa, che trasmetteva tantissimo calore. 
    Dopo il live i Dj di casa, sempre preparati e mai scontati, hanno messo l’accento sullo 0 di 90.
    Un vero spettacolo che abbiamo vissuto dal primo all’ultimo istante grazie a tutti voi.
     
    I Datura chi ha visto i 90s se li ricorda bene, i loro successi e i loro remix hanno toccato molti generi e dalle 3.00 ci hanno ingranato la marcia in più. Una sola parola: bellissimi. 
     
    La notte non è stata l’unica protagonista, perchè il sidekick ci ha nuovamente suggerito il modo per uscire alla meglio dagli anni 90. 
    Cecilia Fiorani che si è aggiudicata il nostro challenge settimanale, ci ha mandato il suo più bel ricordo del decennio protagonista del Retropolis. 
    Forse ci ha toccato nel cuore, perchè parlava delle serate memorabili della chiusura dello Slego del 99.
    Siamo passati allo shopop per ritirare i gadget e poi l’immancabile Photobox che ad ogni serata regala emozioni sempre a tema. 
     
    La Sidekick in stile Matrix al photobox Retropolis!!
    La Sidekick in stile Matrix al photobox Retropolis!!
     
     
    Ci siamo avvicendati durante la notte, in mezzo al pieno di cuori del locale ed alla fine siamo riusciti a conoscerla meglio. 
    Di seguito ve la presentiamo.
     
    di dove sei? quanti anni hai? 
    Cecilia 36 anni e sono di Rimini. 
     
    la tua passione più grande. 
    La mia più grande passione è la musica. 
     
    che fai nella vita e ti piace cosi com’è? 
    Lavoro per Fastweb, ma in realtà dovrei essere una chef. 
     
    Se c’è, una cosa che cambieresti nella tua vita.. 
    La mia vita mi piace, vorrei solo più soldini e tempo libero per poter andare ai concerti. 
     
    Il tuo genere musicale preferito, visto che sei il sidekick del Retropolis anni 90, ti piace la musica anni 90? 
    Le mie preferenze iniziano dal punk, ballavo i clash a 3 anni con i miei fratelli. The Clash, Sex pistols, Ramones, Led Zeppelin, pink floid, U2, Pearl jam, Skunk, Nirvana, S.O.A.D, i Rage, REM s e i Jethro Tull, gli Skunk, Afterhours, Skiantos, tutto ciò che è musica. 
    Il retropolis anni 90 è uno spettacolo! 
     
    cosa ti piace del velvet? Il Velvet mi piace da morire, ho cominciato a frequentarlo quando ancora era REDZ e da allora seguo i concerti e le serate. Il bello è che nella stessa location si possono ascoltare vari stili musicali e serate diverse sempre molto belle. 
     
    la cosa più bella che ti è successa al velvet 
    La cosa più bella che mi è successa al Velvet è essermi innamorata. 
     
    qualcosa che cambieresti al velvet.. 
    Non cambierei nulla del Velvet… 
     
    la cosa che ti rende più felice in assoluto 
    La cosa che mi rende più felice in assoluto è essere felice! 
     
    la cosa che ti piace di meno in assoluto 
    La cosa che mi piace di meno in assoluto è l’ignoranza sotto tutte le forme e prospettive. 
     
    un’idea per migliorare il mondo e che vorresti far ascoltare a tutti Non so se sarei capace di cambiare il mondo
    ma.. l’idea del vivi e lascia vivere mi piace parecchio…